No wi-fi no vacanze: parola del viaggiatore 2.0!

?????????????????????????????????????????????Addio alle vecchie cartoline, ai rullini fotografici, agli album da sfogliare. Oggi la vacanza si condivide con amici e parenti in tempo reale, sui social network.

Cellulare, smartphone, ipad e ipod sono diventati fedeli compagni  di viaggio. Non a caso, la prima cosa che un viaggiatore 2.0 chiede, all’arrivo in  albergo, è la password per il collegamento a internet. Essenziale per “postare” le foto su Facebook e Instagram, per le geocalizzazioni  su Foursquare, i pin su Pinterest, i cinguettii lanciati ai propri follower su Twitter.

Meglio un hotel con piscina o wi-fi? Se la vostra risposta è wi-fii e non avete nessuna intenzione di disintossicarvi dalla tecnologia durante le vacanze, il vostro bisogno di “condivisione” è in realtà “paura di perdere” (acronimo FOMO, Fear Of Missing Out).??????????????????????????????????????

Recenti studi sulla cultura social hanno riconosciuto nel FOMO una forma di preoccupazione compulsiva di perdere una qualsiasi occasione di interazione sociale, un’esperienza unica o un evento originale. Per i ricercatori dell’Università dell’Essex, Gran Bretagna, quest’ansia di rimanere connessi è legata, per lo più, al desiderio di essere costantemente aggiornati sugli altri e su quello che fanno, per timore che: “possano divertirsi e fare esperienze più gratificanti delle nostre”.

La febbre dello sharing ha contagiato anche noi italiani? Stando ai dati di un’indagine condotta dall’Osservatorio Europcar/Doxa, sì! 7 italiani su 10 sarebbero disposti a cambiare la destinazione di viaggio senza la certezza di poter trovare e usufruire di una connessione.

Tra gli addicted di casa nostra vanno fatte delle distinzioni: esistono i vacanzieri downloader e quelli uploader.

I downloader sono affetti da smania della vacanza perfetta. Con mesi d’anticipo, cura e passione, raccolgono tutte le informazioni necessarie per pianificare il proprio viaggio. Nella maggior parte dei casi, sono uomini (56%), sposati o conviventi (61%) e residenti nel Nord Italia (56%). Due su tre (64%) hanno più di 35 anni e preferiscono il mare (70%) e le mete italiane (72%).??????????????????????????????????????????????

Gli uploader, invece, si sentono travolti dalla frenesia di condividere ogni dettaglio della vacanza. Per intenderci, aggiornano costantemente il proprio status, si geolocalizzano in ogni spiaggia, bar o chiosco che incontrano documentando il tutto con un numero infinito di foto. Sono giovani tra i 15 e i 34 anni (46%), soprattutto single (55%).

E tu in quale dei due profili ti riconosci? Condividi con noi la tua esperienza!

Se sei un media addicted e vuoi staccare “la connessione” hai bisogno di una vacanza detox… Ma di questo parleremo nel prossimo post!

About nicoP

nicoP

Nicola Perobelli à Market Manager Italia per Tripsta.it . Potete seguirlo sul suo profilo Google+

TAGS: , , , , , ,