Mercatini in Italia, una guida da non perdere!

???????????????????????????????Quante volte vi è capitato di cercare i mercatini nella città che state visitando e di scovarli solo l’ultimo giorno?

Non fatevi trovare impreparati. Da Torino a Palermo, ecco una guida che vi segnala i migliori mercatini delle città italiane.

Partiamo dalla capitale. Il mercato più famoso di Roma è quello di Porta Portese. Aperto ogni domenica, si estende da via Portuense a via Ippolito Nievo, arrivando a viale Trastevere e a piazza di Porta Portese. Per portare a casa un buon affare è consigliabile andare sul posto molto presto o all’orario di chiusura.

Per chi ama il vintage invece segnaliamo due appuntamenti. Uno domenicale al mercato Monti che prende il nome dall’omonima zona in cui è organizzato. Da quest’anno oltre agli espositori romani, ce ne sono alcuni provenienti da Torino, Milano, Ancona, Napoli e persino Barcellona. Ogni terza domenica del mese, gli appassionati del look retrò potranno recarsi al Circolo degli Artisti, zona Casilina. Chi lo ha scoperto giura di non poterne più fare a meno.

Per l’abbigliamento il mercato più rinomato è quello di via Sannio, zona San Giovanni, aperto tutti i giorni tranne la domenica. Per respirare un clima multietnico si consiglia il mercato di piazza Vittorio Emanuele, zona Esquilino. Proprio il New York Times, lo scorso mese, ne ha fatto un elogio dicendo che “presenta una immagine diversa, quella del futuro di un Paese come terra di immigrati, caratterizzato da una convivenza resa più facile attraverso il commercio”.??????????????????????????????????? 

La sezione alimentare è aperta dalle 5 del mattino fino alle 15, mentre quella delle merci varie (stoffe/abbigliamento/scarpe/merceria, ecc.) dalle 8:30 alle 19. In questo mercato si fondono in un’allegra “caciara” esercenti e clienti romani e stranieri, soprattutto cinesi, indiani, bengalesi, cingalesi, pakistani ed egiziani.

A Milano i mercatini più conosciuti sono tre: quello di via Brera, organizzato ogni terza domenica del mese; quello sui navigli, ogni ultima domenica del mese e quello di Sinigallia ogni sabato, in zona Porta Genova.

Il primo e più famoso dei tre, organizzato tutto l’anno tranne ad agosto, espone porcellane, vetri lavorati, quadri e stampe, preziosi oggetti di modernariato, curiosi bastoni da passeggio, alta bigiotteria ma anche orologi (da polso e da tasca) di valore e gioielli.

A Torino, ogni sabato, a Porta Palazzo c’è un grandissimo mercato di antiquariato e di abbigliamento vintage nelle vie che da piazza della Repubblica scendono fino a via Dore e ogni seconda domenica del mese 200 espositori organizzano la Fiera del C’era una volta.

??????????????A Napoli ogni domenica mattina ci si può recare al mercato delle pulci di via Kennedy e ogni terzo week end del mese nella villa comunale si tiene il mercatino dell’antiquariato. In quest’ultimo è possibile trovare oggetti da collezione e mobili d’epoca (sedie, comò, tavoli),  cartoline, poster e stampe datate. Nel periodo di Dicembre le bancarelle sono aperte tutte le mattine fino alla vigilia di Natale.

A Bari segnaliamo la Fiera del Catapano, aperta la prima domenica del mese per l’intera giornata. Il mercato è chiuso nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre.

Tre sono gli appuntamenti da non perdere a Palermo: il mercato delle Pulci, nei pressi della Cattedrale, tra piazza Peranni e piazza del Papireto, si tiene ogni giorno; l’antiquariato di Piazza Unità d’Italia è, invece, ogni primo week end del mese e mentre i Mercanti per caso, a Palazzo Butera, ogni terzo fine settimana.

I mercati ortofrutticoli che caratterizzano la città sono tre: Ballarò, la Vucciria e il Capo. Un tripudio di colori da  non perdere!

About Irenem

Irenem

Irene is the Italian Digital Strategist for Tripsta.it.
You can find her at Google+

TAGS: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,