Romantici, sognatori ma realistici: gli italiani a San Valentino

swans-vltava-river-pragueUn paio di settimane fa, vi abbiamo chiesto di partecipare ad un piccolo sondaggio dedicato a San Valentino, in palio un voucher per acquistare biglietti aerei sul nostro portale tripsta.it .  Erano semplici domande per scoprire come si comportano le coppie italiane nel periodo più “romantico dell’anno”. Ecco i dati che sono emersi dalle vostre risposte!

Sapevamo di essere degli inguaribili romantici, quello che ci è sfuggito è di essere anche molto genuini. Così Parigi è la città per eccellenza degli innamorati (32%), anche se la passeggiata per i vicoli di Praga è  considerata l’attività più romantica (32%). Pensare ad una passeggiata insieme al vostro compagno/a non vi da l’idea di qualcosa che dura di più di una semplice cenetta?  Non vi da l’illusione di vivere qualche scena di un vecchio film?

????????????????????????????????????????????????I dati inoltre dimostrano che gli italiani considerano secondario il luogo rispetto all’attività scelta per trascorrere del tempo con il proprio amore. Se ci pensate ha un senso: donare un fiore è più romantico che comprare un fiore a Parigi! Il luogo aggiunge un tocco di romanticismo ma non le crea di per se stesso.

Analizziamo allora le attività di San Valentino più amate e scopriamo che ci piace molto passeggiare (64%): che sia per le vie di Praga, sul dorso di un cammello, per il Central Park di New York non ha molta importanza. Tenete ben presente che amici e cani non sono i benvenuti!

Un’altra attività che consideriamo molto romantica è associata al silenzio a all’intimità di coppia: la gita in barca raccoglie un bel 21% e poco importa se la destinazione è Santorini o un’isola del pacifico. Sembra che gli italiani abbiano cominciato a ridare il giusto valore alla coppia.

La classica cena oramai non va più molto di moda, solo il  22% dei votanti la sceglie. Se fosse a Parigi le cose migliorano ma non di molto (28%).

Per quanto riguarda la disponibilità a spendere si conferma il trend del viaggiare al risparmio: il 56% è pronto a spendere dai 100 ai 300 euro per una “pazzia” di San Valentino.

??????????????????????????????????Ci fa piacere in definitiva notare che gli italiani abbiano ricominciato a dare la giusta importanza alla coppia ed alla sua intimità.  San Valentino è così una occasione per fare delle attività rilassanti che favoriscono la comunicazione tra la coppia. L’attenzione al portafoglio ci rende pratici! Bravi Italiani!!

Dimenticavamo: che viaggiatori hanno partecipato al sondaggio?!

Gli italiani si dimostrano moderati nella scelta della tipologia di viaggio, ma amano trasgredire se il divertimento lo richiede. Il 40% dei partecipanti  al sondaggio ama i viaggi confortevoli, organizzati e che non riservano brutte sorprese (Viaggiatore Moderato ed Esploratore “al sicuro”). Ragionevole il dato se si considera che gli italiani negli ultimi anni non hanno diminuito la frequenza dei loro viaggi ma, per ragioni economiche e/o lavorative, la durata. Se hai poco tempo per riposare di certo non vai alla ricerca di complicazioni. Il 30% invece si definisce “Avventuriero”, ed è giovane (o si considera tale) e desideroso di divertimento. In ultima posizione il viaggiatore virtuale: quello che vive i viaggi nel “cyberspazio”!

About nicoP

nicoP Nicola Perobelli à Market Manager Italia per Tripsta.it . Potete seguirlo sul suo profilo Google+